un soffio di toscana
un soffio di toscana un soffio di toscana un soffio di toscana un soffio di toscana
un soffio di toscana   un soffio di toscana - lingue
un soffio di toscana un soffio di toscana  
un soffio di toscana  
agriturismi e tipicità
                 La Valle del Diavolo
 
La Valle del Diavolo   linea  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
" in una valletta tutta erbosa per il giro di un miglio grandissime aperture e

vari fumacchi [...]. In molti l'acqua non bolle più, altri sono secchi e fumano
solamente; molti poi sono laghetti di acqua che bolle con grand'impeto, in
altri è spinta fuori l'acqua 4 o 5 braccia con rumore; in molti si sente escire
di sotto terra il vento solamente con gran strepito e si vede che fanno
continue mutazioni, in un luogo se ne spengono, altrove se ne aprono di Panorama
nuovi". Questa è la descrizione della Valle del Diavolo per i suggestivi
linea  
lagoni bollenti e geyser.
Ora per la verità non è più così perché, almeno nella vallata che circoscrive
Montecerboli e Larderello conosciuta appunto come la Valle del Diavolo
questi fenomeni sono stati imbrigliati da enormi tubature argentee che si
snodano per centinaia di chilometri e terminano il loro percorso
nelle mastodontiche torri di refrigerazione della centrale elettrica.
linea Vapore
 
  Panorama
Si reputa che i fenomeni geotermici fossero conosciuti e sfruttati anche da linea  
etruschi e romani, ma chi riuscì per primo a utilizzarli in maniera industriale
fu il francese François-Jacques de Larderel (da cui il nome del paese sorto
dal nulla a partire dal 1818). Un altro scienziato che sfruttò le forze
endogene per la produzione di energia elettrica fu il conte Piero Ginori.
Durante il suo primo esperimento, avvenuto nel 1904, riuscì ad accendere
cinque lampadine.
Mentre nella Valle del Diavolo i fenomeni naturali sono imprigionati nelle linea
tubature, che rendono il paesaggio ancora più particolre, è intorno al borgo I soffioni ed i tubi della valle
denominato Sasso Pisano , nel comune di Castelnuovo Val di Cecina, che  
soffioni e fumarole, sbuffi ed ebollizioni sono tuttora visibili
Lo spettacolo è di quelli che difficilmente verranno dimenticati; e allo
stesso tempo comprenderete perchè proprio qui Dante Alighieri trovò
l'ispirazione per descrivere alcuni passi dell' Inferno.
Non dimetichiamoci di ammirare il reticolo dei vapordotti, i tubi argentati  
che attraversano il paesaggio, inseriti nel fitto della boscaglia che  
splendenti sotto il sole circondano i campi coltivati, e sembrano  
accarezzare cipressi pini e lecci ormai parte integrante di questo    
particolarissimo paesaggio toscano    
     
     
linea orizzontale
prodotti tipici borghi e chiese musei
Prodotti Tipici Borghi e chiese La Geotermia  
Un Soffio di Toscana - Pomarance - Pisa - www.unsoffioditoscana.it - info@unsoffioditoscana.it                        Siti Amici     SiteMap un soffio di toscana
un soffio di toscana
italiano english french deutsch home home home